• image
  • image
Ultime dal blog image
0
09 ott

La dieta mediterranea:un valido alleato nell’alimentazione autunnale.

Dopo il grande caldo dell’estate, con l’autunno ci prepariamo al grande freddo. L’obiettivo primario è quello di prevenire i malanni, mantenendo equilibrato l’apporto di vitamine, sali minerali e proteine di elevata qualità. La dieta mediterranea è sicuramente un valido alleato nell’alimentazione autunnale.
A rifornirci di vitamine essenziali ci aiutano i frutti di stagione, quelli color giallo oro: come la zucca, che, lessata, al forno o in minestra, fornisce in grande quantità la vitamina A; poi cachi e insalate d’autunno, come l’indivia. I pomodori, che sono ancora ricchi e saporiti, continuano ad essere un punto di forza come condimento della pasta, con basilico ed olio extravergine d’oliva.

Anche le carni bianche e il pesce sono fondamentali in questa stagione; ottimi anche surgelati, validi dal punto di vista nutrizionale e di sapore come quelli freschi. Il vino, in quantità moderata, è ammesso sulla tavola d’autunno.

Con diete di questo tipo, riusciremo a beneficiare di tutti gli elementi indispensabili per preparare l’organismo e principi nutritivi della frutta sono sempre essenziali per la nostra alimentazione; in autunno, poi, la frutta di stagione serve a preparare l’organismo ad un lungo e freddo inverno.
Facciamone quindi abbondante uso, senza ovviamente esagerare: la frutta è ricca di vitamine, di proprietà purificanti, di elementi essenziali, ma contiene anche grandi quantità di zucchero.

Frutta:

La pera: Frutto antico di quasi 4000 anni, in Italia viene prodotto per il 60% dall’Emilia Romagna. Valido aiuto per tenersi in forma – in quanto fornisce solo 30 calorie per 100 grammi e contiene zuccheri semplici, fibre e molta acqua – la pera è ricca di minerali come potassio, fosforo, calcio, magnesio e di molti antagonisti dei radicali liberi.

L’uva: Della regina dell’autunno sono note le proprietà terapeutiche: l’uva è infatti un concentrato di vitamine utilissimi al nostro organismo: la B6, ad effetto rilassante, la A e la C, che assicurano il buono stato dei vasi sanguigni e svolgono azione antiossidante. Per 100 grammi fornisce circa 60 calorie; l’uva è inoltre ricca di zuccheri semplici, fonte di energia immediata.

Il caco: Ricco di vitamina A, di potassio e calcio, il caco esercita un’efficace azione diuretica, che aiuta a liberarsi dei liquidi in eccesso. Un frutto al giorno può aiutare il fegato, e, se mangiato di mattina, il caco è un aiuto valido contro la ritenzione idrica.

L’alchechengi: Oltre ad essere un frutto curioso e dal sapore gradevole, fa bene alla salute perché è ricco di vitamina C e gode di proprietà depurative.

Verdura:

Il fagiolo: Giunto in Europa dopo la scoperta dell’America, il fagiolo è privo di grassi e ricchissimo di sostanze utili. Con 104 calorie per 100 grammi, il ‘legume per eccellenza’ fornisce significative percentuali di vitamine, soprattutto la A, la B1, la B2, la PP, e sali minerali come potassio (400 mg), ferro (160 mg) e fosforo (85 mg); in misura minore magnesio, calcio, sodio e rame. Inoltre contiene importanti emoglobuline.

La zucca: Il suo colore giallo aranciato è dovuto all’elevato contenuto di vitamina C e betacarotene, che proteggono occhi e vie respiratorie; ovviamente, più è intenso il colore, più è alto il contenuto di queste sostanze ‘terapeutiche’. La zucca è un alimento molto versatile, e di questo possiamo approfittare mangiandola durante tutto il giorno: dalla colazione -nelle torte alla zucca- al pranzo -come condimento del risotto o ripieno dei ravioli – fino alla cena -consumandola da sola, al forno e in padella. Squisita, ad esempio, nei dolci come la crema di zucca.

Il radicchio: Consumare questa verdura significa fare il pieno di fibre, elementi indispensabili per la prevenzione di numerosi tumori intestinali. Il suo valore nutritivo risiede nel contenuto di vitamine (A, B2 e C), di sali minerali e di fibre. In un etto ci sono solo 5 calorie e ben 1,2 grammi di fibre.
Il peperone: Verdi, gialli o rossi, i peperoni sono ricchissimi di vitamina C, di vitamina A, di calcio e di fosforo, oltre a fornire pochissime calorie -circa 30 per 100 grammi.

a cura di wayfitness.net

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment.